Milano (askanews) - E' stata trovata in mezzo a questo mucchio di spazzatura la cintura esplosiva, probabilmente appartenuta a Salah Abdeslam, l'unico attentatore di Parigi ancora vivo e in fuga da giorni. La cintura, secondo fonti di polizia simile a quella degli altri attentatori, è stata ritrovata a Montrouge, a sud di Parigi, zona in cui è stato localizzato il telefono del terrorista la sera del 13 novembre, dopo gli attentati costati la vita a 130 persone.Il fatto che Abdeslam fosse scappato armato di cintura esplosiva rendeva ancora più drammatica la sua fuga attraverso l'Europa. Del commando terrorista del 13 novembre sette persone sono morte facendosi esplodere, due al Bataclan, (il terzo è stato colpito dalla polizia che ha così azionato la sua cintura), tre allo Stade de France, il fratello di Salah, Brahim, su Boulevard Voltaire e un altro uomo durante il blitz nell'appartamento di Saint Denis, lo stesso in cui è stato ucciso dagli agenti Abdelhamid Abaaoud, considerato il cervello degli attentati, residente a Molenbeek, in Belgio come i fratelli Abdeslam.