Roma, (askanews) - E' caccia a Soest, nell'ovest della Germania, a due scafisti che si trovavano a bordo della Blue Sky, la motonave che il 31 dicembre 2014 approdò nel porto di Gallipoli con 800 migranti, per lo più siriani, stremati dal lungo viaggio in mare.Uno dei due è già stato catturato, mentre le forze di polizia tedesche, coadiuvate dalla polizia italiana e dal Gico (Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata) della Guardia di finanza di Lecce, sono sulle tracce del secondo. Entrambi sono cittadini siriani.Quando la nave fu perquisita, gli interrogatori di alcuni passeggeri consentirono l'immediata individuazione e arresto del comandante dell'imbarcazione, un siriano, e di altri tre membri dell'equipaggio.Grazie alle successive indagini, tra cui diverse intercettazioni telefoniche, furono individuati ulteriori tre cittadini siriani, che la notte dell'approdo si erano confusi tra i migranti, due dei quali, rintracciati ora in Germania. Manca ancora all'appello un componente dell'equipaggio, un ingegnere.