Firenze, (TMNews) - "La voce rotta dal pianto di Raffaele Sollecito è la risposta a coloro che lo hanno dipinto come un assassino freddo e glaciale, come una specie di diavolo che consumava orge e uccideva ragazze. E' un ragazzo semplice che ha avuto una vita difficilissima, sua madre è scomparsa quando era molto giovane, è un ragazzo che non vive da troppi anni e questa voce rotta è quella risposta". Così l'avvocato Giulia Buongiorno, a margine dell'udienza a Firenze per la ripetizione dell'appello del processo per il delitto di Meredith Kercher.