New York (TMNews) - "Women are a major reason we will do so well". Le donne sono la principale ragione per cui noi miglioreremo.Se a dirlo è un uomo dalle comprovate (e celebrate) abilità di investitore forse converrà credergli. L'82enne Warren Buffet per il secondo tweet della sua vita ha scelto di reindirizzare i suoi follower su un suo saggio "Warren Buffet is bullish...on women".Consapevole del successo dei suoi cinguettii - il suo primo tweet "Warren is in the house" è stato ritwittato oltre 33mila volte in venti ore - spera di convincere il suo Paese a dare spazio all'altra metà dei talenti che finora non ha utilizzato.Buffet, che a meno di un giorno dal suo debutto sul microblogging conta circa 267 mila followers, si definisce un ottimista senza riserve nel suo scritto con cui dispensa suggerimenti agli investitori nel futuro dell'America: "Il più grande nemico del cambiamento - scrive - potrebbe essere la radicata attitudine di quelli che semplicemente non riescono a immaginare un futuro diverso da quello in cui vivono".Certo riconosce ancora un ostacolo, questa volta tra le donne, affette dalla sindrome della "autolimitazione", ma è altrettanto convinto che quella casa degli orrori, fatta di pregiudizi e discriminazioni di genere, sia sempre meno comune."Sappiamo dove siamo arrivati utilizzando il 50% delle nostre capacità umane - conclude il terzo degli uomini più ricchi del mondo - se solo immaginaste quello che si può fare col 100% allora diverrete come me uno sfrenato ottimista sul futuro dell'America".Ultima osservazione: Buffet, da vecchio esperto di mercati, si guarda bene dal lasciare indizi sui suoi investimenti né segue alcuno dei milioni di iscritti al social network. Se si spargesse la voce l'affare potrebbe sfumare. Nel caso delle donne probabilmente i suoi calcoli gli han detto che invece conviene invece il contrario...