Roma (TMNews) - Bufale olimpioniche. La medaglia d'oro a Sochi 2014 se la aggiudicano anche le false notizie, dalle piroette del pattinatore-elicottero sino alla cronaca nera. Nella storia delle Olimpiadi rimarrà il quinto cerchio che non si è acceso alla cerimonia di apertura dei Giochi di Putin. Nella storia delle bufale, il sito di notizie satirico The Daily Currant, che titola: "Trovato morto a Sochi il responsabile del problema con l'anello olimpico". Qualcuno, più di qualcuno, ci ha creduto. Migliaia e migliaia di tweet hanno diffuso il finto scoop, molti commentando una vera e propria esecuzione per l'unico particolare andato storto in apertura.Ancora meglio ha fatto il Late show Urgant. Questo programma serale russo, ideato sul modello americano, in onda sul primo canale, ha mostrato una piroetta infinita del pattinatore Evgenij Pljushenko in allenamento. L'atleta è un mito del ghiaccio e quindi a tanti è parsa - quasi - credibile la sua elevazione. Un elicottero sul ghiaccio.