"Mi sono divertito molto. E' stato un incontro tra due professionisti e lui ha fatto bene il suo mestiere. Mi sono divertito più di quanto non immaginassi. Immaginavo un'intervista tranquilla, vivace, ma tranquilla e invece è stato uno show. Merito suo che lo ha fatto. Faceva il comizio a quel pubblico che lo segue sui comizi, era perfetto per lui ed era perfetto anche per me, quindi mi sono molto divertito". All'indomani dell'intervista con Beppe Grillo e un record di ascolti, con picchi di cinque milioni di telespettatori e uno share che ha sfiorato il 27%, Bruno Vespa, intervenuto a Effetto Giorno, su Radio 24, si dice soddisfatto. Vespa aggiunge che Grillo è venuto "per rivolgersi ad un certo tipo di pubblico, che non è quello delle piazze, non è quello di internet e che però tradizionalmente è una parte di quel pubblico che decide il vincitore. Quello che ha fatto vincere due volte Prodi e due volte Berlusconi. Ovviamente non dico Porta a Porta, ma quel tipo di pubblico che è più incerto, trasversale, mediamente superiore ai 50 anni che è proprio quello di cui ha bisogno".