Bruxelles (askanews) - A Bruxelles va in scena l'ultimo Consiglio europeo del 2015. Il vertice è dedicato in gran parte, ancora una volta, alla crisi migratoria, ma sul tavolo dei capi di Stato e di governo del vecchio continente ci sono altre questioni spinose: energia, banche ma soprattutto la Brexit. Il primo ministro britannico David Cameron infatti ha avanzato alcune pesanti richieste in vista del referendum sul mantenimento del Regno Unito nell'Unione europea."Le consultazioni hanno evidenziato la buona volontà di tutte le parti coinvolte ma questo non cambia il fatto che alcune proposte britanniche sembrano inaccettabili", ha avvertito il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk.In particolare i leader europei sono irritati dalla proposta avanza da Londra di sospendere il welfare e tutti i benefici sociali agli immigranti dalla Ue per i primi quattro anni della loro permanenza in Gran Bretagna.(immagini AFP)