Rio de Janeiro (askanews) - Riespode la violenza in Brasile. A San Paolo e a Rio de Janeiro sono scoppiati scontri tra polizia e dimostranti durante manifestazioni contro l'aumento di 8 centesimi delle tariffe di bus e metropolitana. Il bilancio è di almeno tre agenti rimasti feriti e 17 arresti. I manifestanti hanno dato fuoco ad autobus e diverse vetrine sono state spaccate. Gli agenti hanno usato gas lacrimogeni per disperdere il corteo e i dimostranti hanno risposto lanciando pietre.La protesta, indetta dal 'Movimiento Passe Livre' riprende quella del 2013 sempre contro l'aumento del costo dei trasporti pubblici,Il Brasile vive un momento complesso. Assieme alla recessione economica si registra una inflazione da record: nel 2015 il tasso di crescita dei prezzi al consumo ha superato la soglia psicologica del 10 per cento.In questo contesto l'aumento del trasporto pubblico ha fatto scoccare di nuovo la scintilla della protesta.(immagini Afp)