Brasilia, (askanews) - Dardi contro Dilma. Alcuni esponenti di tribù indigene in Brasile hanno protestato di fronte al Palazzo presidenziale, tirando frecce contro un'immagine del capo dello stato Dilma Rousseff, contro la loro mancanza di diritti e terre.A petto nudo, coperti di tatuaggi e indossando i tradizionali costumi, i membri delle tribù Apinaje, Kraho e Canela, tra le altre, hanno accusato le compagnie agricole di averli espropriati delle terre che sono state loro per generazioni.Il Brasile ha circa 305 gruppi etnici e 896.900 indigeni, pari allo 0,4 per cento della popolazione totale di 202 milioni.(Immagini Afp)