Brasilia (askanews) - Dilma la rossa sempre più nei guai. La commissione parlamentare per l'impeachment ha raccomandato la destituzione della presidente del Brasile Dilma Rousseff, a pochi giorni dal voto cruciale dell'assemblea plenaria dei deputati. Formata da 65 parlamentari, questa commissione speciale ha approvato a maggioranza dei suoi membri un rapporto non vincolante, chiamando i parlamentari a votare per il proseguimento del processo di impeachment alla Camera e al Senato.Dopo una seduta tumultuosa di 11 ore, 38 membri di questa commissione hanno votato per proseguire il procedimento per la destituzione di Rousseff, mentre 27 hanno espresso voto contrario. "Golpisti!" hanno urlato i parlamentari di sinistra contro i loro avversari politici, che hanno risposto con lo slogan "Fuori Dilma! Subito l'impeachment". Alcuni parlamentari hanno mostrato in aula anche dei piccoli pupazzi gonfiabili a immagine dell'ex presidente Lula da Silva, mentore politico dell'attuale capo dello Stato.Il rapporto della Commissione speciale per l'impeachment sarà sottoposto da venerdì all'attenzione della Camera dei deputati, il cui voto dovrebbe avvenire nelle giornate di domenica o lunedì prossimi. Perché il processo vada avanti è necessario il consenso di due terzi dei deputati. In caso contrario la procedura di impeachment diventerebbe immediatamente lettera morta. Con il voto favorevole, invece, la parola passerebbe poi al Senato per la decisione definitiva.(Immagini afp)