San Paolo, (TMNews) - Strade deserte, silenzio quasi desolante, San Paolo sembra una città fantasma e invece è una delle più popolose al mondo, ma quando gioca il Brasile, tutto si ferma. Tutto o quasi perchè persino nella patria del pallone c'è gente a cui del calcio non interessa per nulla. Dici Brasile e pensi al calcio, e infatti la stragrande maggioranza del paese è colto da una sorta di delirio collettivo per seguire le partite dei verdeoro, ogni attività è paralizzata, tutti stanno incollati agli schermi, ma qualcuno protesta."Qui è tutto fermo, non si riesce a fare nulla per colpa delle partite" dice Jonathan"Se dici che non vedi la partita, ti guardano come se venissi da un altro pianeta. Ti danno del traditore della patria, ma io sono brasiliano e del calcio non mi interesso, spero che il Brasile esca presto e che tutta questa follia finisca così il paese può tornare al lavoro" aggiunge Renè."E' una protesta, noi veniamo qui a fare skateboard, perchè pensiamo che gli 11 miliardi di dollari spesi per organizzare il mondiale potevano essere spesi meglio" conclude questo giovane.Certo non ci saranno molte altre occasioni per vedere le strade di San Paolo così vuote.