Roma, (askanews) - Una cerimonia speciale per la lotta al contrabbando delle zanne d'elefante in Africa. Una statua tutta d'avorio, un elefante composto proprio di zanne: è l'insolita scultura posta nell'atrio dell'aeroporto internazionale di Sir Seretse Khama a Gaborone in Botswana.Dovrà servire da monito a tutti i viaggiatori, ha detto il premier del Botswana, Ian Khama, mentre il ministro dell'ambiente e del turismo ha assicurato che tutte le zanne usate per la scultura vengono da elefanti morti di morte naturale.Il bracconaggio degli elefanti a caccia dell'avorio popolare nei paesi asiatici è un grave pericolo per l'estinzione di questa specie; secondo le cifre del governo del Botswana, fra il 2013 e il 2014 nel continente sono stati uccisi circa 20mila animali, ma in Botswana sono caduti vittima dei bracconieri solo 38 esemplari.