Boston (TMNews) - E' morto l'uomo arrestato dopo la sparatoria al Mit, ritenuto uno dei responsabili dell'attentato alla Maratona di Boston. Secondo quanto riferito dai media americani l'uomo, deceduto in ospedale per arresto cardiaco e con il corpo segnato da profonde ferite, avrebbe avuto addosso dell'esplosivo.Il secondo sospetto resta invece in fuga, e per bloccarlo la polizia sta allestendo a Watertown una massiccia caccia all'uomo, con notevole spiegamento di forze, servizi pubblici sospesi e vero e proprio coprifuoco in città. Sempre fonti delle tv statunitensi ipotizzano che i due presunti attentatori siano di nazionalità russa, provenienti da una zona del Caucaso non lontana dalla Cecenia.Le telecamere di tutto il mondo stanno seguendo la vicenda le immagini di un uomo fatto stendere a terra sono già diventate il simbolo di questa ultima tragedia che scuote gli Stati Uniti, che faticano a risvegliarsi da una vera settimana da incubo, che ha in Boston il proprio epicentro.