Strasburgo (askanews) - "Con il suo tono tranquillo e pastorale, in realtà il Papa ha gettato alcuni enormi sassi nello stagno". Così l'eurodeputato della Lega Nord Mario Borghezio, ha commentato ad Askanews lo storico discorso tenuto stamani da Papa Francesco a Strasburgo. " Quando ha parlato di immigrazione, ricordando a buon diritto che bisogna curare questo problema non solo negli effetti, ma nelle cause, aiutando i popoli nel loro territorio, sono argomenti non facili da sentire in quest aula - ha aggiunto Borghezio -. Quando ha condannato, con parole chiarissime, la finanziarizzazione, il dominio dell'economia finanziaria su quella reale, anche questo in un istituzione europea, dominata dalla lobby e poteri occulti, è certamente un bel sasso nello stagno. Quando ci ha ricordato che dobbiamo coniugare i doveri di solidarietà con i diritti dei cittadini, ho pensato ai cittadini che ho incontrato abbandonati dalle istituzioni, penso si sarebbero spellati le mani."