Roma, (askanews) - L'europarlamentare della Lega Nord, Mario Borghezio, dovrà risarcire l'ex ministro dell'Integrazione, Cecile Kyenge, con una somma di 50mila euro, oltre al pagamento di una sanzione pecuniaria da mille euro, per aver pronunciato frasi razziste nei confronti dell'ex ministro.

Borghezio "ha attaccato e denigrato" l'ex ministro con parole che non rientrano nella critica "di natura politica" ma soltanto a causa "della sua origine africana", si legge nelle motivazioni della sentenza del Tribunale di Milano.

L'europarlamentare della Lega è finito sotto processo per le parole pronunciate durante un'intervista rilasciata nel 2013 alla trasmissione radiofonica "La Zanzara", a pochi giorni dalla nomina di Kyenge a ministro dell'Integrazione dell'esecutivo guidato da Enrico Letta. Insulti come "gli africani sono africani e appartengono a un'etnia molto diversa dalla nostra", oppure "non siamo congolesi, abbiamo un diritto ultramillenario". E ancora "Kyenge fa il medico, le abbiamo dato un posto in una Asl che è stato tolto a qualche medico italiano".