Pompei (askanews) - E' un'estate al top per gli Scavi di Pompei. Il sito archeologico campano ha registrato un vero e proprio boom da giugno ad agosto, un successo in linea con i dati su una stagione da primato per tutta l'Italia, considerata destinazione sicura, in un clima generale di instabilità causa terrorismo. Federturismo ha registrato arrivi al +9,5 per cento e giro d affari al più 17,2 rispetto al 2015.

Tornando a Pompei, nella prima domenica di giugno il sito archeologico è stato il secondo più visitato d'Italia dopo il Colosseo. Oltre ventiquattromila presenze: numeri da capogiro anche grazie all'iniziativa del Mibact della domenica al museo gratuita. E a Ferragosto è andata benissimo: apertura del sito anticipata alle 8.30 e quasi 15mila visitatori.

Oltre alla bellezza mozzafiato di tutti gli Scavi, i turisti possono apprezzare in questi giorni anche due mostre temporaneanee che offrono un elemento di fascino in più. "L'Egitto a Pompei", con statue provenienti dal Museo Egizio. E le monumentali sculture dell artista Igor Mitoraj, opere- ormaggio all'arte antica e al classicismo integrate nelle strade dell'antica città di Pompei.