Inferno sul raccordo autostradale di Borgo Panigale. Un tamponamento violentissimo, un incendio, due forti esplosioni. Gravissimo incidente sul raccordo autostradale di Bologna che collega la A1 alla A14. Alle 13,50 del 6 luglio un'autocisterna che trasporta Gpl colpisce come un proiettile un tir fermo in coda sul raccordo autostradale. Divampa un incendio, poi la cisterna di Gpl si surriscalda ed esplode con un boato spaventoso. L'autista è l'unica vittima accertata. L'esplosione è una mina per il ponte dell'autostrada che corre parallela alla tangenziale che collassa sulla strada sottostante. L'esplosione travolge anche alcune strade di Borgo Panigale: la scossa fa tremare e scoppiare i vetri delle case. La colonna di fiamme e fumo nero è visibile in tutta la città. Il bilancio è di un morto e 145 feriti: alcuni sono stati colpiti da schegge e detriti, altri hanno riportato gravi ustioni in varie parti del corpo.

PER SAPERNE DI PIÙ:

Ecco come è iniziato l'incidente di Bologna: parte tutto dal tamponamento di un'autobotte

Bologna, inferno su raccordo A1-A14: esplode tir, crolla ponte. Due morti e più di 60 feriti. Chiusa l'autostrada

Incidente di Bologna: ecco tutti gli effetti sul traffico

Incendio Bologna: parzialmente crollato il ponte della A14

Le immagini aeree dell'incendio di Bologna