Roma, (askanews) - Quattro giovanissimi, di età compresa tra i 16 e i 22 anni, sono stati arrestati all'alba a Sydney perché ritenuti complici dell'omicidio di un ragioniere che lavorava per la polizia australiana.Un 15enne curdo-iracheno nato in Iran e identificato come Farhad Jabar ha sparato alla testa alla vittima, 58 anni, venerdì mattina. L'adolescente è stato poi ucciso nello scontro a fuoco con la polizia.Sull'ipotesi che il giovane killer abbia agito da solo, la polizia si è limitata a sottolineare: "Sospettiamo fortemente che non abbia agito da solo".Al blitz anti-terrorismo hanno partecipato 200 poliziotti, mentre l'Australia continua a temere attacchi da parte di "lupi solitari" mossi dall'ideologia jihadista.(immagini Afp)