Roma (TMNews) - L'ufficio dell'ex premier britannico Tony Blair smentisce seccamente la notizia pubblicata dal Guardian secondo cui Blair sarebbe diventato consulente per le riforme economiche del presidente egiziano al Sisi."Questa storia è un nonsense e lo ribadiamo. Tony Blair non è consulente di al Sisi, Blair ha semplicemente detto che per l'Egitto è vitale che il nuovo presidente e il governo riescano a riformare il paese e che in questo senso è necessario che la comunità internazionale gli dia il suo sostegno".La nota aggiunge che "nè Blair né alcuna delle sue organizzazioni hanno interessi commerciali in Egitto....".Il Guardian aveva scritto che l'ex premier britannico (ed ex inviato per la pace in Medio Oriente) Tony Blair sarebbe diventato consigliere del presidente egiziano al Sisi per le riforme economiche. Oltre a Blair, diceva il Guardian, inizierà a collaborare col regime egiziano anche Alastair Campbell, ex responsabile comunicazione di Blair costretto alle dimissioni nel 2003 per lo scandalo legato ai falsi dossier sulle armi irachene.Sempre il Guardian scriveva che Blair starebbe progettando di aprire un ufficio delle sue fondazioni ad Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi Uniti, in modo da rafforzare i propri rapporti con le autocrazie del golfo.