Thandwe (askanews) - La leader dell'opposizione birmana, Aung San Suu Kyi, il cui partito è favorito alle elezioni legislative dell'8 novembre, ha lanciato un appello all'unità nello stato di Rakhine dove ci sono grandi divisioni religiose tra buddisti e musulmani che hanno causato pesanti tensioni e scontri.Suu Kyi, parlando davanti alla folla riunita per il comizio, ha dichiarato che è fondamentale che le persone possano vivere in tutta la nazionale "senza discriminazioni basate su razza e religione". Tutti gli abitanti della Repubblica dell'Unione della Birmania "devono unirsi, grandi odii e paure non fanno bene al nostro Paese", ha dichiarato sottolineando che i suoi oppositori hanno usato la religione come strumento di campagna elettorale.La leader dell'opposizione si è recata nel Nord-Ovest del Paese, per una campagna elettorale blindata a causa dell'ostilità dei buddisti radicali, molto influenti in questa regione marcata da violenze antimusulmane.(immagini AFP)