Rangoon (askanews) - In Birmania decine di studenti sono stati liberati dopo un anno di carcere, dove erano finiti per aver partecipato ad una manifestazione pacifica. Alcuni degli studenti liberati dovranno ancora tornare in carcere per la notte perché hanno condanne pendenti in altri tribunali, ma per la maggior parte è arrivato il momento della libertà dopo un anno nelle prigioni birmane.In queste immagini i parenti attendono l'uscita dei ragazzi, primo atto concreto della promessa del nuovo governo di liberare tutti i prigionieri politici. A farsi carico di questa responsabilità è stata la stessa Aung San Suu Kyi che ha definito una priorità la liberazione di studenti e attivisti. Un annuncio che ha fatto pensare ad una amnistia imminente, una grande respiro di sollievo in un paese in cui ci sono centinaia di prigionieri politici fra cui molti studenti.