Roma (TMnews) - Un atteggiamento non passivo da parte del governo italiano nei confronti di quello indiano, sulla vicenda dei due marò trattenuti in India, è "fondamentale": e adesso siamo passati a una fase "un pochino più dinamica, non attendista". Lo ha spiegato il capo di Stato Maggiore della Difesa, Luigi Binelli Mantelli. D'altra parte, quella dei due Fucilieri di Marina non è, secondo l'ammiraglio, "un problema gudiziario ma un problema da governo a governo" e anche per questo si tratta di "una vicenda che investe qualunque esecutivo italiano sia in carica". Intanto, la Difesa italiana ha detto no alla partecipazione di navi indiane a una prossima esercitazione della Nato.