Palermo, (TMNews) - "La vicenda Gentile è una vicenda assolutamente inquietante. E' molto preoccupante. Spero nelle dimissioni". Lo ha detto il presidente della Commissione nazionale Antimafia, Rosy Bindi, parlando con i giornalisti a Palermo della vicenda che ha coinvolto il sottosegretario alle Infrastrutture Antonio Gentile."Penso che, soprattutto nel momento in cui si vuole riformare tutto il sistema del finanziamento pubblico ai partiti - ha detto Bindi -, e si punta il dito soprattutto sui rimborsi ai consiglieri regionali e sull'utilizzo improprio che ne è stato fatto, sia stato davvero poco opportuno e poco corretto nei confronti di altri esponenti del mio partito".Per Rosy Bindi, è inopportuno quindi che "chi è inquisito per reati riguardanti il finanziamento ai gruppi regionali sieda al governo. Ho posto questo problema innanzitutto per gli esponenti del mio partito e quindi non ne faccio una questione di lotta interna alla coalizione".