Palermo (askanews) - "A loro dobbiamo una gratitudine immensa, anche perché l'intensità del loro sacrificio e la ricchezza del lavoro, dell'esperienza, che ci hanno lasciati è un patrimonio inestimabile nella vita del nostro Paese". Lo ha detto il presidente della commissione antimafia Rosi Bindi a Paletmo a margine delle celebrazioni in occasione del 23 anniversario della strage di Capaci."Ricordare loro significa onorare un impegno di gratitudine nei loro confronti - ha aggiunto -, e se li ricordiamo tutti gli anni non è solo per onorarli, ma anche ricordare a noi stessi che abbiamo ancora molto da fare per onorare l'eredità che ci hanno lasciato"."La verità va sempre cercata - ha concluso Bindi -, non bisogna mai fermarsi. Questo lo Stato lo deve soprattutto alle vittime, al futuro dei giovani, e a chiunque di noi è impegnato in questo campo".