Palermo, (TMNews) - La legislazione su beni confiscati alla mafia va rivista. Lo ha detto il presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi, a margine delle audizioni alla prefettura di Palermo."Riteniamo si possa e si debba fare di più. La Commissione sta dicendo questo da tempo. Anche il presidente del consiglio si è mosso in questo senso. Servono una legislazione e strumenti più incisivi per riuscire a sequestrare, confiscare e mettere a disposizione della comunità questi beni. Dobbiamo togliere i beni che ci sanno sottratto con la criminalità e comportamenti impropri"Un passo ulteriore, dopo un periodo di sperimentazione che ha evidenziato alcune criticità, ma che ha dato buoni risultati con il sequestro di ingenti patrimoni dei mafiosi, in larga parte rimessi a disposizione della comunità.