Roma (askanews) - Sono numeri importanti, che dimostrano una illegalità diffusa, quelli del bilancio annuale dell'attività della Guardia di Finanza. Le fiamme gialle nel 2014 sono state impegnate a 360 gradi nella lotta alla criminalità a cominciare dalla tutela della spesa pubblica, con oltre 3.700 responsabili di reati contro la pubblica amministrazione denunciati e appalti pubblici per 4,6 miliardi di euro controllati, da cui sono scattate 933 le denunce per irregolarità. Praticamente è emerso che un appalto su tre è truccato.Ma non solo sono stati individuati sprechi per oltre 2,6 miliardi di euro e frodi ai finanziamenti pubblici ed al welfare per oltre 1,5 miliardi di euro e sono stati scoperti oltre 8.000 evasori totali e 13.000 responsabili di reati fiscali.Sul fronte della lotta alla criminalità organizzata sono stati sottratti beni per 4 miliardi di euro, mentre sono stati sequestrati 290 milioni di prodotti contraffatti o pericolosi, 1.400 tonnellate ed oltre 500 mila litri di generi agroalimentari.I berretti verdi sono stati anche impegnati nel contrasto del gioco illegale, e del traffico di stupefacenti e tabacco che hanno portato al sequestro di 129 tonnellate di droga e 200 tonnellate di sigarette di contrabbando. Ultimo ma non meno importante hanno arrestato 389 trafficanti di esseri umani.