Roma (TMNews) - Silvio Berlusconi ha detto sì alla richiesta di modificare l'accordo sulla riforma elettorale, limitando l'applicazione dell'Italicum alla sola Camera dei deputati. Un modo per collegare, sia pure indirettamente, la riforma elettorale all'approvazione della riforma costituzionale del Senato. "Manifestiamo la nostra disponibilità - ha annunciato Berlusconi - ad una soluzione ragionevole che, nel disegnare la nuova leggeelettorale, ne limiti l'efficacia alla sola Camera dei Deputati" come "ulteriore atto di collaborazione nell'interesse del Paese".Ma Berlusconi manda un preciso avvertimento al premier Matteo Renzi. "Prendiamo atto con grave disappunto della difficoltà del presidente del Consiglio di garantire il sostegno della sua maggioranza agli accordi pubblicamente realizzati", ha denunciato il leader di FI.