Milano (TMNews) - Non tangenti ma "commissioni", da pagare in alcuni Paesi esteri per poter lavorare. Silvio Berlusconi parla in questi termini dei casi di presunta corruzione internazionale che hanno coinvolto Finmeccanica e altre grandi aziende italiane. "Se i magistrati continuano così - ha aggiunto Berlusconi ad Agrà su RaiTre - le nostre imprese non faranno più affari con nessuno".