Milano (TMNews) - Benzinai in sciopero contro i prezzi applicati dai gestori delle compagnie petrolifere. Nelle città italiane e sulle autostrade è in corso la serrata voluta dai sindacati a partire dalle 19.30 del 17 giugno fino alle 7 del 19. I rappresentanti dei lavoratori parlano di un'adesione altissima, vicina all'80%, al di là degli impianti aperti per garantire i servizi minimi. I gestori degli impianti chiedono prezzi più bassi per poter competere sul mercato vista la concorrenza della grande distribuzione e delle pompe no logo.Non è solo un problema di prezzo secondo l'Unione petrolifera che risponde a benzinai sottolineando la necessità di una razionalizzazione. La rete, dicono, andrebbe ridotta e portata a 15mila punti vendita.