Bruxelles (askanews) - In Belgio è stata sgominata una cellula jihadista che stava per organizzare un attacco di grandi proporzioni nel Paese. A Verviers nel corso delle operazioni di polizia alla ricerca dei sospetti, due persone sono state uccise e una terza è rimasta gravemente ferita. "Durante l'intervento a Verviers i sospetti hanno immediatamente e per molti minuti aperto il fuoco con armi automatiche sulla polizia federale e sono stati neutralizzati", ha spiegato il sostituto procuratore Thierry Werts.Per gli inquirenti facevano parte di un gruppo, composto in tutto da circa una decina di persone appena tornate dalla Siria e pronte ad entrare in azione. "L'inchiesta ha permesso di determinare che il gruppo era sul punto di commettere un attentato imminente e su larga scala", ha precisato Werts.L'operazione ha portato all'arresto di diverse persone e a decine di perquisizioni, non solo a Verviers ma anche in altre città del Paese, compresa Bruxelles. Si cerca anche di capire se ci sono legami con Amédy Coulibaly, uno dei tre terroristi di Parigi, che avrebbe acquistato le armi proprio da un trafficante residente in Belgio.(Immagini Afp)