Bruxelles (TMNews) - Fa discutere in tutta Europa la legge, approvata in via definitiva dal Parlamento belga, che prevede l'eutanasia per i minori, senza alcun limite d'età, affetti da malattie incurabili.Il provvedimento, che aveva già incassato il sì del Senato, è stato approvato dalla Camera di Bruxelles con 88 voti favorevoli, 44 contrari e 12 astensioni. Nel 2002 un analogo provvedimento era stato varato per i maggiorenni."Questa legge estende il diritto all'eutanansia ai minori sofferenti e senza speranze di guarigione ma comunque sulla base di norme molto stringenti - spiega la deputata socialista Karine Lalieux, tra le sostenitrici del provvedimento - i minori potranno chiedere la 'dolce morte' ma sarà chiaramente necessaria l'autorizzazione dei genitori e anche il supporto di uno psicologo che valuti il grado di consapevolezza del bambino".Lo scopo della legge, spiegano i sostenitori, è limitare i casi di disagio e sofferenza per i minori e le loro famiglie, accompagnando le persone che soffrono verso una morte dignitosa ma non tutti sono d'accordo."Consentiamo ai figli di chiedere la morte ma ai genitori di dire di no - dice Christian Brotcome, deputato del Centro democratico umanista - E se poi il padre dice sì e la mamma dice no cosa succede? A una condizione già di per sé drammatica come la fine di una vita aggiungiamo un caos giudiziario in una situazione che richiede solo serenità e capacità di giudizio".Stando ai sondaggi, il 75% della popolazione è favorevole al testo, mentre la Chiesa cattolica si è espressa contro la legge, temendo una "banalizzazione" dell'eutanasia.(Immagini Afp)