Bangkok (askanews) - Battaglie con pistole d'acqua e gavettoni. Le strade di Bangkok sono un percorso ad ostacoli in questi giorni: si celebra il Songkran, il capodanno Thailandese, una festa allegra caratterizzata appunto dal tema dell'acqua. La festa segna l'inizio dell'anno buddistha. La tradizione vuole che si facciano offerte al tempio bagnando le immagini di Buddha con schizzi di acqua e pulendo a fondo le abitazioni. Il significato del rito è una forma di abluzione purificatrice che simboleggia anche la cacciata della cattiva sorte. Negli anni il costume si è tuttavia allargato trasformandosi appunto in una festa di strada dell'acqua. E considerati i quaranta gradi di media, la tradizione non è per niente sgradita nemmeno ai turisti. Oltre che in Thailandia, il Songkran è festeggiato anche in Birmania, Cambogia, Laos, nella Cina sud-occidentale e in Vietnam. Le celebrazioni durano tre giorni attorno alla metà di aprile, in occasione del cambiamento di posizione del sole nell'anello dello zodiaco.(immagini Afp)