Milano (askanews) - "È dura da accettare ma dobbiamo dar merito alla Serbia, una squadra forte con un gioco solido. Abbiamo lottato nonostante i limiti in difesa, abbiamo rincorso ma abbiamo continuato a lottare questo è importante per il futuro". Così Daniel Hackett ha commentato l'addio dell'Italia al sogno europeo dopo la sconfitta con la Serbia ai quarti di finale 67-83.

"La Serbia ha sfruttato al meglio una delle sue armi migliori, noi abbiamo provato a lottare su ogni pallone ma non è bastato. Chiudiamo nelle prime otto dell'EuroBasket, va in archivio una grande estate per noi: abbiamo dovuto cambiare in corsa molte cose ma non ci siamo mai abbattuti. Voglio ringraziare i ragazzi per aver giocato sempre con cuore e coraggio e per quanto hanno fatto dal primo giorno di raduno", ha commentato il coach Ettore Messina.