Milano (TMNews) - Mentre l'Unione europea vive al suo interno una crisi economica che si è trasformata in crisi di fiducia, in Ucraina i giovani che manifestano al gelo sventolando pacificamente la bandiera europea sono la dimostrazione che il vecchio continente è ancora simbolo di "speranza e di libertà". Lo ha sottolineato il presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso, durante un convegno a Milano con il premier Enrico Letta."L'Unione europea ha il diritto e il dovere di sostenere il popolo dell'Ucraina in questo momento molto difficile, perché sta dando all'Europa uno dei più grandi contributi possibili" ha detto Barroso rivelando il contenuto di una recente telefonata con il presidente ucraino Viktor Yanukovich. "Gli ho chiesto - ha continuato - di dar prova di moderazione di fronte a questi recenti sviluppi, di non usare la forza contro persone che stanno dimostrando pacificamente e di rispettare pienamente le libertà che sono così importanti per tutti noi in Europa". La maggior parte degli ucraini, e non solo quello della parte occidentale del Paese, ha concluso il presidente della Commissione europea, si preoccupa "di avere un futuro di pace e libertà e "penso che abbiamo il dovere" di riconoscerlo.