Roma, (askanews) - Sette arresti: è il bilancio dell'operazione della Squadra Mobile della Polizia di Bari nei confronti dei clan alleati "Montani - Misceo" e "Telegrafo", ritenuti responsabili dell'omicidio di Donato Sifanno, avvenuto il 15 febbraio 2014, nel quartiere San Paolo di Bari.L'uomo, nipote del boss del rione Giovanni Mercante, venne crivellato di colpi calibro 7.62 esplosi da un Kalashnikov mentre era a bordo della sua autovettura. Ucciso perchè avrebbe importunato la moglie di un altro boss del quartiere.Le accuse sono di omicidio aggravato, porto e detenzione di armi da sparo e ricettazione.