Roma, (askanews) - Un incontro da Papa Bergoglio, per la pace in Medio oriente: Daniel Barenboim il grande direttore d'orchestra e l'ex premier spagnolo Felipe Gonzalez ne hanno parlato alla stampa dopo la visita in Vaticano.Un Papa coraggioso, ha detto il direttore argentino da molti anni impegnato negli sforzi di pace attraverso la musica: "Sono molto felice e onorato per essere stato ricevuto e più ancora per essere stato ascoltato. Chiaramente sono al suo servizio e pronto a fare qualunque cosa mi chieda per il Medio oriente".Il Papa, ha detto Barenboim, ha emozionato nel suo viaggio in terra Santa, perché ha detto sia agli israeliani che ai palestinesi cose che non volevano sentirsi dire, e poi ha invitato i due presidenti a pregare in Vaticano, sapendo benissimo che non avrebbero pregato né l'uno né l'altro, "ma il messaggio simbolico era che bisogna cercare una strada diversa, non solo quella dei negoziati politici e senz'altro non quella dell'azione militare".Lui, Barenboim, cittadino argentino, spagnolo, palestinese e israeliano, la strada diversa la cerca attraverso la musica, anche guidando la sua West Eastern Divan Orchestra, un complesso di giovanissimi musicisti israeliani e palestinesi che lavorano fianco a fianco.