Peshawar (TMNews) - Barack Obama, suo malgrado è diventato un simbolo di virilità. L'immagine del presidente degli Stati Uniti, infatti, campeggia fiera su queste confezioni di Viagra contraffatto in vendita nei mercatini di Peshawar, Capitale ultra-conservativa della provincia pashtun del Pakistan. "La gente usa questi rimedi perché aiutano chi non riesce più a essere sessualmente attivo - spiega quest'uomo - servono molto anche a coloro che si sono così tanto masturbati in gioventù che adesso non hanno erezioni durevoli e ne allungano la durata anche di 30 minuti o un'ora".Il sesso facile è anche economico: una scatola di 4 pillole costa circa un dollaro un motivo in più per sfidare le minacce dei talebani che vietano la vendita di queste pillole "della perdizione". Il Viagra vero, infatti, è ufficialmente vietato in Pakistan per questo si assiste a un'esplosione di vendite sul mercato clandestino, anche nelle farmacie, dove però si trova di tutto e non sempre la composizione del farmaco è nota. "Non è un bene che i farmacisti vendano queste pillole - dice questo ragazzo - il governo dovrebbe vietarle, potrebbero paralizzare gli arti o i genitali di chi le usa". "Questi farmaci sono dannosi per la salute - aggiunge quest'altro ragazzo - hanno un sacco di effetti collaterali, funzionano una volta ma poi si sta male quando si prendono di nuovo".I medici spesso sono costretti a risolvere i problemi di chi ha abusato di questi farmaci contraffatti e lanciano un vero e proprio allarme per i giovani che, pur non avendone bisogno, ne fanno uso spinti dalla curiosità o per risolvere problemi sessuali causati dalla noia o dalle tensioni della guerra nel vicino Afghanistan. Una situazione che non fa altro che alimentare il mercato clandestino, sempre più in pieno vigore.(Immagini Afp)