Roma, (askanews) - Band tutte al femminile provenienti da Pyongyang, capitale della Corea del nord, hanno invaso le città di frontiera della Cina.Nei molti hotel cinesi, dai quali raramente escono, le giovani rock-band nordcoreane offrono un divertimento genuino ogni sera, qualche gruppo canta l'"inno nazionale del partito dei lavoratori" o altri brani socialisti . I gruppi si ispirano alla Moranbong band, un fenomeno musicale le cui componenti sono state selezionate dal leader Kim Jong-Un in persona. La nuova tendenza rappresenta una timida apertura del paese comunista, anche economica, verso la Cina. (Immagini Afp)