Gaza, 14 ott. (TMNews) - Il segretario generale delle Nazioniunite Ban Ki-moon è arrivato nella Striscia di Gaza a due mesi dalla fine del conflitto e ha potuto verificare per la prima volta di persona le pesanti devastazioni subite dal territorio palestinese. "La vastità della distruzione supera ogni descrizione", ha detto dopo aver attraversato Shejaiya, uno dei quartieri di Gaza City più duramente bombardati durante la guerra. Quasi tutti gli edifici della zona, situata a pochi chilometri dalla frontiera israeliana, sono stati ridotti ad uncumulo di macerie. "La desolazione è ancora più grande di quella provocata nel 2009 dall'operazione israeliana 'Piombo Fuso'", ha aggiunto.Ban ha detto di essere venuto in questa stretta lingua di terra dove vivono ammassate un milione e 800 mila persone, "con un messaggio di speranza", quello uscito domenica dalla conferenza dei donatori del Cairo che ha promesso 4,3 miliardi di euro di aiuti per la ricostruzione dell'enclave. Il conflitto di luglio e agosto fra Israele e Hamas ha provocato più di 2.100 morti palestinesi - di cui più di 500 bambini, secondo l'Onu - e 73 israeliani.