Abuja, Nigeria (askanews) - Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon è giunto in Nigeria per una visita di due giorni per partecipare alle commemorazioni delle vittime dell'attacco del 2011 condotto dal gruppo islamista Boko Haram contro la sede dell'Onu ad Abuja che costò la vita a 21 persone."I terroristi hanno attaccato le Nazioni Unite e distrutto le vite di molti colleghi, ha detto Ban Ki-moon. Ma noi intendiamo mantenere l'impegno per ricostruire e migliorare la vite delle persone che vivono in condizioni miserabili, per sconfiggere la fame, le malattie e l'analfabetismo, per promuovere il rispetto dei diritti dell'uomo e della libertà. Questo è un momento fondamentale per la storia della Nigeria".L'attacco del 26 agosto 2011, condotto con un'autobomba guidata da un giovanissimo attentatore suicida contro la sede delle Nazioni Unite di Abuja, la capitale della Nigeria, provocò la morte di 21 persone e il ferimento di altre 73. Un'intera ala del palazzo, dove lavoravano quattrocento dipendenti, venne demolita dall'esplosione. Il gruppo islamista dei Boko Haram rivendicò la strage con una telefonata alla Bbc.(Immagini Afp)