Milano (TMNews) - L'Onu al fianco di gay e lesbiche e contro Putin nella battaglia contro ogni discriminazione di carattere sessuale. Parlando al al Comitato olimpico internazionale, il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ha ricordato che molti atleti professionisti, gay ed eterosessuali, sono contro il pregiudizio. E, partendo dal loro esempio, ha poi letteralmente esortato il mondo a sollevarsi contro gli attacchi a lesbiche, gay, bisessuali, transgender e gli androgini. "Noi tutti dobbiamo essere contrari - ha poi aggiunto e sottolineato - all'arresto, l'imprigionamento e le restrizioni discriminatorie che queste persone fronteggiano".I Giochi Invernali di Sochi sono di fatto diventate una vetrina mondiale delle battaglie degli omosessuali russi contro la legge fortemente appoggiata da Putin che punisce con il carcere la "propaganda" dell'omosessualità. Diversi capi di Stato e di Giverno hanno deciso di disertare la cerimonia di apertura proprio in appoggio alle battaglie per i diritti degli omosessuali.