Napoli, (TMNews) - In mezzo a migliaia di tifosi, e moltissimi giovani delle scuole, la nazionale italiana di calcio si è allenata a Quarto, nel napoletano, sul campo della squadra confiscata alla camorra. Insigne, Balotelli, Pirlo, Prandelli e gli altri sono stati accolti con entusiasmo allo stadio Giarrusso, dagli abitanti di Quarto.Tra gli artefici dell'organizzazione di questa tappa solidale degli azzurri per la legalità c'è il pm Antonello Ardituro, presidente onorario della squadra locale: "Siamo riconoscenti alla nazionale - ha detto - E' una giornata di festa che resterà nella storia di questo comune ma anche nella storia delle battaglie anti camorra che non si possono svolgere solo nelle aule giudiziarie ma hanno anche bisogno del coinvolgimento e della passione dei cittadini".Il ct della nazionale Prandelli ha ricevuto una maglia della Nuova Quarto, scambiando quella azzurra con il tecnico locale Ciro Amorosetti. Applauditissimo il fuoriclasse del Napoli Insigne che ha regalato un pallone ai tifosi. Lo juventino Claudio Marchisio ha portato in dono ai tifosi una maglia azzurra. Prossima tappa lo stadio San Paolo, per il match con l'Armenia. Poi una nuovo viaggio per la legalità, questa volta a Lampedusa.