Genova (askanews) - I morsi della disoccupazione "sono morsi molti profondi, gravi, non si vedono ancora segnali di vera ripartenza anche se qualcosa di positivo c'è ma riguarda piccole nicchie e solo alcuni settori. Complessivamente temiamo che la disoccupazione non cessi ancora ma auspichiamo tutti che ciò accada". Lo ha affermato il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, a margine di una visita all'ospedale pediatrico Gaslini di Genova. "Se il popolo non si deprime, non si demoralizza a tutti i livelli, industriale, politico, lavorativo e amministrativo, potremo fare -ha concluso Bagnasco- passi in avanti".