Milano, (TMNews) - "Ritengo sia una tragedia, un comportamento inaccettabile e assolutamente deprecabile - ha dichiarato - frutto della diseducazione e di una cultura che sempre più esalta le emozioni, crea sensazioni forti che a un certo momento prendono il sopravvento sulla ragione". Così il cardinale Angelo Bagnasco, a margine di un incontro a Genova, ha parlato del tema del femminicidio e della violenza virtuale che coinvolge gli adolescenti sui social network. "La responsabilità delle famiglie è all'interno della responsabilità sociale che è di tipo educativo - ha sottolineato - I genitori sono i primissimi educatori dei figli. Però anche loro vivono dentro a un contesto culturale che può aiutarli ma che può anche ostacolarli. In questo momento viene privilegiato il sentimento e non la ragione".