Roma, (askanews) - Bagheria è uno dei mandamenti mafiosi più importanti. A parlare è Leonardo Agueci, procuratore aggiunto di Palermo, in seguito agli arresti di 22 persone, ritenute capi e gregari di cosa nostra di Bagheria e in manette grazie alla collaborazione di commercianti che si sono ribellati al pizzo."Bagheria è uno dei mandamenti mafiosi più importanti. È stato utilizzato per il ricovero di latitanti, uno fra tutti Bernardo Provenzano, e si è vista l'importanza che i reggenti del territorio hanno acquisito proprio in virtù di questa attività. L'elemento a questo dispiegarsi di potenza da parte dell'organizzazione mafiosa è stato costituito prevalentemente dalle imposizioni estorsive. E il fatto che si sia riusciti a far luce su buona parte di questi fenomeni è il dato più importante di questa indagine".Le indagini hanno messo in evidenza la soffocante pressione estorsiva esercitata da capi mafia che, dal 2003 al 2013, si sono succeduti ai vertici dell'organizzazione mafiosa. Una cinquantina le estorsioni documentate grazie alla dettagliata ricostruzione fornita da 36 imprenditori locali che hanno trovato il coraggio, dopo decenni di silenzio, di ribellarsi al racket.