Baghdad, (TMNews) - Almeno quattro morti e undici feriti. E' questo il bilancio dell'esplosione di un'autobomba a Sadr City, quartiere a maggioranza sciita di Baghdad.In Iraq non accenna dunque a placarsi l'escalation di violenze divampata a inizio anno, che ha già provocato 2.600 vittime, quasi 400 delle quali nel mese di aprile. Le forze di sicurezza faticano inoltre a riprendere il controllo della provincia di al Anbar, dove i ribelli hanno assunto da gennaio il controllo di alcuni quartieri del capoluogo provinciale di Ramadi e della totalità di Fallujah.Le violenze, alimentate dal conflitto nella vicina Siria e dalla discriminazione di cui la minoranza sunnita si sente vittima, rappresentano una grande sfida per le forze di sicurezza in vista delle elezioni del 30 aprile.