Roma, (askanews) - "Ogni cinque minuti un cittadino romeno emigra" e per molti la destinazione è l'Italia. Per analizzare questo spaccato, e in particolare la realtà delle diverse centinaia di migliaia di badanti romene che assistono le famiglie italiane, l'avvocato italiano Giancarlo Germani e la giurista romena Alexandra Cristina Grigorescu hanno scritto il saggio "Badanti romene ambasciatrici d'amore" presentato, non a caso di giovedì pomeriggio, orario tipicamente dedicato alle ore di riposo settimanali delle collaboratrici domestiche e delle badanti, appunto."Vita, speranze, sacrifici, luoghi comuni, pregiudizi e leggende metropolitane sulle principali protagoniste del welfare familiare in Italia". Questi i temi del saggio, non un romanzo, per questo unico, secondo l'avvocato Germani."Il libro nasce da un'esperienza televisiva durata due anni che abbiamo fatto a Romait tv con il programma 'L Avvocato della Comunità' con il quale abbiamo informato le badanti romene sui loro diritti e sui loro doveri di cittadini comunitari in Italia. Nonostante il pil romeno cresca, ogni cinque minuti un romeno emigra, abbiamo cercato di spiegare perché un milione e più di persone sono già fuggite".Storie di milioni di persone, che hanno un'esperienza simile a quella di Veronica Oancea, eletta "Miss Badante 2016" all'inizio dell'anno e che è fuggita dalla Romania nel 2011 e ha partecipato alla presentazione."Avevo problemi di soldi e a vivere. Sono venuta qui per fare vivere un po' meglio la mia famiglia, mio figlio. E' normale che arrivi che non hanno fiducia in te, perché sono romena e ci sono tante cose fatte dalle persone cattive".