Pechino (askanews) - Due bombardieri statunitensi B-52, decollati dalla base aerea di Guam, nel Pacifico occidentale, hanno ricevuto messaggi radio di avvertimento dai controllori del traffico cinesi mentre volavano nelle vicinanze di alcune isole del Mar cinese meridionale contese da diversi paesi e dove la Cina sta costruendo una serie di piccole isole artificiali. La notizia è stata diffusa dal ministero della Difesa statunitense.Gli aerei sono tornati a Guam senza problemi dopo una missione di ricognizione di routine nello spazio aereo internazionale nelle vicinanze delle isole Spratly nel Mar cinese meridionale ma non si sono mai avventurati entro le 15 miglia nautiche di rispetto, ha dichiarato il capitano di fregata Bill Urban, uno dei portavoce del Pentagono.La Cina rivendica diritti di sovranità sulla quasi totalità del Mar cinese meridionale, in particolare sulla zona dell'arcipelago delle Spratly, che sta trasformando con imponenti lavori di consolidamento e allargamento delle superficie emerse, scatenando accese dispute con le nazioni dell'area, Filippine, Vietnam, Malesia, Brunei e Taiwan.(Immagini Afp)