Milano (TMNews) - Sono passati 20 anni dalla domenica in cui un incidente sul circuito di Imola si portò via uno dei campioni di Formula Uno più amati di sempre, Ayrton Senna. La morte in diretta del pilota brasiliano di McLaren e Williams vincitore di tre titoli mondiali e considerato uno dei più grandi di sempre avvenne nel weekend più tragico della storia della Formula Uno: 24 ore prima sulla stessa pista del Gran Premio di San Marino era morto il pilota austriaco Ronald Ratzenberger. Senna quel giorno correva con la bandiera dell'Austria nella sua monoposto, pronto a sventolarla in caso di vittoria. Invece a quel traguardo non arrivò mai e la vittoria andò ad un altro pilota destinato ad un futuro tragico, Michael Schumacher che dopo l'incidente sulle piste da sci ancora combatte per tornare alla vita.(Immagini Afp)