Vienna (askanews) - Una vera e propria macchina umanitaria in azione dall'Austria all'Ungheria e ritorno. Un convoglio di circa 250 auto ha attraversato il confine per soccorrere i tanti migranti che si sono diretti a piedi verso la frontiera per abbandonare l'Ungheria. Sono circa cinquemila.L'iniziativa è partita attraverso una campagna via social network con l'hashtag #carsofhope - auto della speranza. Tra i promotori c'è Natalie: "Nelle ultime 72 ore è stato il caos totale. Tutti hanno perso di vista cosa sia legale e cosa illegale - ha spiegato - ma l'importante è aiutare queste persone. Per questo siamo partiti. Questo convoglio è il segno che gli austriaci vogliono dare un mano"Le auto sono partite cariche di cibo, medicinali e beni di prima necessità. La risposta degli austriaci è stata sopra le aspettative. "Mi sono aggiunta a questo convoglio dopo averne sentito parlare su Facebook. Ho amici in Ungheria. Tutti ci aspettano, hanno bisogno di tutto", ha raccontato Sabina.Per la loro azione i volontari rischiano una denuncia per traffico di esseri umani. Ma nessuno se n'è preoccupato. Il governo austriaco, di concerto con Berlino, ha annunciato che i controlli alle frontiere saranno ripristinati gradualmente.